Quel che non potè il sisma

0
146

Quel che non poté il sisma… Nel cratere del terremoto, Pieve Torina, 1500 anime, non esiste più. Tra i pochissimi edifici rimasti in piedi il ristorante Il Vecchio Mulino. Le proprietarie all’indomani del terremoto firmano una convenzione con il Centro operativo avanzato di Macerata per fornire 200 pasti al giorno, feste comprese, ai soccorritori. I vigili del fuoco e gli altri funzionari mangiano regolarmente ma lo Stato non paga e l’esercizio accumula debiti per circa 160mila euro. I fornitori pazientano ma alla fine non consegnano più merci. Il fallimento si avvicina, il Mulino è colpito e affondato dallo Stato.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO